La storia delle Air Jordan XI

Si avvicina il rilascio di altre due Jordan XI in casa Nike.

L’ Air Jordan XI “Cap and Gown” (26 Maggio), che sette anni fa venne mostrata insieme ad altri modelli completamente neri ma poi non venne mai commercializzata.

E l’ Air Jordan XI Low Maya Moore (24 Maggio), legata ai modelli della serie Art of a Champion, in onore del tiro da tre che valse il primo titolo WNBA di sempre alle Lynx e di conseguenza all’ascesa di Maya Moore.

Se vuoi approfondire la storia di questa scarpa continua a leggere.

RILASCIO

Vennero lanciate nel 1995, stesso anno in cui Michael Jordan annunciò il suo ritorno nel mondo del basket.

TIPOLOGIA

La linea guida di Michael fu quella di creare una scarpa con un look che ricordasse gli abiti eleganti, per questo scelse di utilizzare la pelle verniciata per parte della tomaia, ma per via della colorazione non poteva scendere in campo. Nonostante tuttto MJ si presentò con le Jordan XI Concord durante le semifinali del 95 contro Orlando Magic, inutile dire che prese una multa di 5.000$ perchè violava il regolamento sulle uniformi.

Per ovviare al problema durante gara 4 utilizzò la colorazione “Space Jam” (quella del celebre film con i Looney Tunes).

SPOT TV

Lo spot legato al lancio di questa scarpa è uno dei più belli del brand Jordan.

 

CURIOSITÀ

La multa di 5.000$ in Gara 1 non era abbastanza. In un’intervista dopo Gara 1 (dove Michael indossava il numero 45) Nick Anderson disse “No. 45 doesn’t explode like No. 23 used to”, ovviamente per Gara 2 Michael scese in campo con il numero 23 e prese una multa di 25.000$.

Anche se i Bulls non vinsero il campionato nel 95, tutti ricordano quella stagione perchè Michael Jordan tornò a giocare, scese in campo con le Jordan XI e indossò di nuovo il numero 23.